Ultime Novità
Home / News / Emendamento Durt: “Solo con la trasparenza si combatte il lavoro nero e l’evasione fiscale”
Emendamento Durt:  “Solo con la trasparenza si combatte il lavoro nero e l’evasione fiscale”
Mimmo Pisano M5s

Emendamento Durt: “Solo con la trasparenza si combatte il lavoro nero e l’evasione fiscale”

Semplificazione, digitalizzazione, lotta al lavoro nero e contrasto all’evasione fiscale: tutte in un solo emendamento, a favore delle imprese, nella gestione degli appalti tra privati. Ovvero l’emendamento del M5S all’articolo  50 del DL Fare, approvato in Commissione, che risponde alla necessità di realizzare una grande operazione di “trasparenza”, senza ulteriore burocratizzazione delle procedure.

Si passa infatti da un sistema basato esclusivamente sull’asseverazione, ovvero auto certificazione, che regolava la responsabilità solidale tributaria negli appalti tra privati, relativa alle ritenute di lavoro dipendente che il subappaltatore e l’appaltatore debbono versare all’erario in ragione delle prestazioni realizzate, ad un sistema che contempla anche la “certificazione”, per attestare la regolarità della posizione, tramite Agenzia dell’Entrate. Questo metterà le imprese al riparo da spiacevoli sorprese.

Il tutto grazie ad una semplice trasmissione telematica di informazioni dalle imprese all’Agenzia delle Entrate che dovrà predisporre, da subito, un idoneo portale internet per raccogliere i dati relativi al rapporto intervenuto tra appaltante ed appaltatore. Le imprese, che avranno tutto l’interesse ad essere iscritte tra quelli “in regola”, potranno richiede la registrazione al portale realizzato ad hoc, creando on line una sorta di libro bianco del Durt: il committente, infatti, avrà tutto l’interesse a scegliere fornitori ricompresi in questo elenco virtuoso, fatto di imprese certificate dall’Agenzia dell’Entrate, per essere sicuro di evitare la responsabilità solidale sull’appalto!

Stiamo andando inesorabilmente verso la fatturazione elettronica, oggi già in corso di completamento nel sistema dei rapporti tra privati e la PA. L’ipotesi di renderla necessaria anche tra privati è fondamentale per contrastare l’evasione fiscale che è a quote pazzesche.

Con tutto questo rumore che si sta facendo attorno alla innovazione contenuta nel DURT, che di fatto rappresenta una inversione di tendenza per l’amministrazione fiscale, che riprende in carico la responsabilità dei controlli sulle imprese, si sta perdendo di vista il più grosso problema dell’impresa Italiana, la concorrenza sleale, annidata in 140 Mld di euro all’anno di evasione fiscale.

Chiedetelo agli imprenditori onesti: preferite un concorrente sleale che straccia i prezzi sul mercato perché non paga i dipendenti utilizzando lavoro nero, cambiando continuamente ragione sociale, oppure preferite inviare alcuni dati contabili allo Stato (spendendo poche centinaia di euro di SW di contabilità) sapendo che finalmente sarà lo stesso Stato a fare finalmente da garante?

Forse è il caso di chiedere quanto forte sia la voce degli evasori e quanto quella delle lobby che perdono una fonte di fatturato, l’asseverazione!

Leave a Reply

Scroll To Top