Ultime Novità
Home / News / Crescent: “Indecente affidare alla Protezione civile la custodia del plastico dell’ecomostro di Salerno”
Crescent: “Indecente affidare alla Protezione civile la custodia del plastico dell’ecomostro di Salerno”
il plastico del crescent

Crescent: “Indecente affidare alla Protezione civile la custodia del plastico dell’ecomostro di Salerno”

Indecente! La vicenda Crescent sta assumendo aspetti al limite della decenza. Non bastava la farsa della ripresentazione del plastico in piazza, quando ormai chiunque può, affacciandosi al Lungomare cittadino, osservare lo sconcio ambientale di Santa Teresa, “ammirando” il grezzo di appena il 50% dell’ecomostro.

Non bastavano i manifesti affissi in tutta la città da parte del comune, a spese dei contribuenti, per pubblicizzare un condominio privato, posto sotto sequestro dalla magistratura, che tra i tanti reati ipotizza la lottizzazione abusiva e la commistione tra interessi pubblici e interessi privati a tutto vantaggio di quest’ultimi. Manifesti con numeri estratti al lotto su presunti posti di lavoro. Bieca propaganda fatta con le tasse dei salernitani.

No, il Comune è  andato ben oltre la decenza affidando al Gruppo dei volontari di Protezione Civile, così come confermato dal consigliere comunale Augusto De Pascale, la guardiania del plastico posizionato nella galleria del Capitol. La Protezione Civile dovrebbe prestare il proprio tempo ed il proprio contributo per altro, non certo proteggere il plastico di un condominio privato. Viene da chiedersi  chi ha autorizzato la protezione civile a fare ciò e se tale attività possa rientrare nei compiti istituzionali della PC.

Le autorità competenti dovrebbero immediatamente intervenire e porre fine a questa indecenza che ha trasformato i ragazzi della protezione civile in vigilantes privati. Ma purtroppo sulla incedente vicenda Crescent le autorità di questa città preferiscono chiudere un occhio e girarsi dall’altra parte, lasciando alla Delucrazia uno spazio di azione che va al di là delle leggi e del buon senso.

Leave a Reply

Scroll To Top