Ultime Novità
Home / News / Decadenza, vittoria del M5S sull’abusivo De Luca anche in Corte d’Apello: “Dopo 20 anni Salerno torna libera”
Decadenza, vittoria del M5S sull’abusivo De Luca anche in Corte d’Apello: “Dopo 20 anni Salerno torna libera”

Decadenza, vittoria del M5S sull’abusivo De Luca anche in Corte d’Apello: “Dopo 20 anni Salerno torna libera”

Nessuno può sfuggire alla legge. Neanche il sindaco decaduto Vincenzo De Luca, che da oggi è stato defenestrato dal suo trono da una sentenza della Corte d’Appello di Salerno.

Non possiamo che essere soddisfatti dell’esito della causa giudiziaria. Ed eravamo certi che in appello sarebbe stata confermata l’ordinanza di primo grado.

Nonostante il successo ottenuto grazie ai nostri avvocati Stefania Marchese e Oreste Agosto, resta il dato mortificante che sia stata, ancora una volta, la magistratura a prendere decisioni che sarebbero spettate per natura e per logica alla politica.

De Luca ha provato in tutti i modi di mantenersi stretta la poltrona, in dispregio a qualsiasi legge dello Stato e al rispetto per la sua città e i suoi stessi elettori.

Ha costretto un consiglio comunale a deliberare un atto (quello della cessata materia del contendere quando il governo Renzi non gli ha confermato la nomina di Sottosegretario attribuitagli da Letta) ritenuto illegittimo dai giudici.

Ha sollecitato cittadini e elettori a costituirsi in un procedimento che sapeva sarebbe stato un macigno per sé e per il suo operato.

Si è speso in spot elettorali e commenti pesanti contro quella parte della magistratura che ha applicato la legge che a lui non conveniva rispettare.

Adesso De Luca non è più un sindaco illegittimo. Adesso è un sindaco decaduto che neanche il recente decreto di reintegro del presidente del Tar di Salerno, dopo la sospensione derivata dalla condanna per abuso d’ufficio, può più salvare.

“Tante sono ancora le questioni giuridico-amministrative da affrontare – dichiarano gli avvocati Marchese e Agosto – ma ora c’è un dato certo, quello sulla decadenza che neanche un eventuale ricorso in Cassazione può annullarne gli effetti”.

Girolamo Pisano

Isabella Adinolfi

Andrea Cioffi

Silvia Giordano

Angelo Tofalo

Leave a Reply

Scroll To Top